Bonus Fiscali: Ristrutturazione e Riqualificazione a Bologna

Sabrina Tassini—homify Sabrina Tassini—homify
Simona Muzzi Architetto Classic style houses
Loading admin actions …

Quando gli ambienti domestici sono datati e non più al passo con i tempi e le esigenze dell'attuale vivere contemporaneo, può essere il momento giusto per una ristrutturazione completa o parziale degli interni o esterni della propria casa, ma anche per una riqualificazione energetica che renda il contesto abitativo maggiormente performante e conforme agli standard residenziali di oggi. Un ambiente rinnovato risulterà infatti non solo più efficiente ma anche più confortevole, aumentando così il benessere di chi lo fruisce quotidianamente. Grazie ai tanti incentivi fiscali disponibili e agli strumenti previsti, tra cui cessione del credito e sconto in fattura, non c'è tempo da perdere. Approfondiamo l'argomento grazie ai suggerimenti e alle spiegazioni dell'Architetto Simona Muzzi.

1. Cessione del credito e sconto in fattura

Vediamo nello specifico in cosa consistono queste due alternative:

  • Cessione del credito: la possibilità di cedere il proprio credito ad un istituto finanziario in cambio di una piccola percentuale, qualora non si avesse la capienza fiscale per detrarre le spese dei lavori eseguiti, in 10 o 5 anni a seconda dei casi. L’istituto scelto si accollerà il credito e accrediterà l’importo residuo della detrazione. In caso di cessione del credito, per maturarlo, è necessario aver prima saldato i lavori (o per stati di avanzamento) e laddove non si abbia la disponibilità sarà comunque possibile ricorrere a finanziamenti a condizioni agevolate.


  • Sconto in fattura: dà la possibilità di cedere il proprio credito d’imposta, quindi di non versare denaro, al fornitore/esecutore dei lavori di ristrutturazione, sempre in cambio di una

percentuale.

Entrambe le opportunità sono valide per tutti i bonus fiscali riguardanti l’edilizia, sia quelli esistenti (manutenzione straordinaria ,ristrutturazione, risparmio energetico, rifacimento facciate, miglioramenti antisismici ecc.) che quelli entrati in vigore solo nel 2020, come il noto Superbonus 110%.

2. Vantaggi del rinnovare

Ma quali vantaggi si celano dietro al rinnovamento della propria abitazione sfruttando dunque le agevolazioni fiscali in atto? Come spiega l'architetto Simona Muzzi, iniziative come queste, e in particolare come il 110%, hanno come nobile obiettivo primario il miglioramento energetico del patrimonio edilizio italiano, che attualmente risulta ancora troppo “energivoro” consumando risorse e disperdendo inutilmente calore tanto faticosamente prodotto. Perciò, fare leva sugli incentivi e riqualificare i contesti abitativi significa non solo aumentare nettamente il valore del proprio bene immobiliare e del comfort domestico, ma anche contribuire ad un sempre migliore uso delle risorse del pianeta.

3. Quali lavori?

Una volta chiarita la volontà di rinnovare, è indispensabile stabilire quali lavori si intende mettere in atto, sia che si tratti di una casa appena acquistata da ristrutturare, sia che si desideri riqualificare il proprio appartamento o intervenire su un intero edificio già esistente, come un vecchio fabbricato, magari demolendolo e ricostruendolo con la tecnologia in legno secondo le più moderne tecniche di bioarchitettura.

3.1 Quali lavori?

Risultano infatti numerose le possibili strade da intraprendere a seconda delle proprie necessità, come numerosi sono gli interventi di rinnovo che si possono vagliare, dai più ingenti ai più contenuti. Si può ad esempio optare per una semplice realizzazione di cappotto esterno o per il cambio di infissi, o limitarsi all’acquisto di nuovi mobili, una tinteggiatura differente alle pareti, nuove illuminazioni o il rifacimento dei bagni.

4. L'importanza di affidarsi ai professionisti

Una volta decisi i lavori molta attenzione va però prestata alla scelta del giusto professionista. È infatti di fondamentale importanza evitare il fai da te e rivolgersi a figure professionali specializzate, che possano spiegare puntualmente le possibilità e indicare la soluzione migliore per il proprio caso, senza rischiare di incappare in brutte sorprese. Solo l’ausilio e la consulenza di seri professionisti possono condurre la committenza verso un risultato ottimale. Professionisti come l'Architetto Simona Muzzi, con cui poter avere un primo contatto informativo anche a distanza, tramite video-chiamata.

5. Sul fronte economico

Tra i fattori che possono tuttavia ostacolare la decisione di ristrutturare casa o l'inizio dei lavori vi è senza dubbio la percezione dell’impegno economico, il timore su quale cifra investire e spendere, specialmente in questo particolare momento storico. Per rassicurarci in proposito, l'Architetto Muzzi ricorda che la somma spesa dipenderà esclusivamente dagli interventi desiderati; tutto risulterà infatti assolutamente proporzionato alle proprie esigenze e disponibilità, con la possibilità di procedere per gradi.

6. Dalla teoria alla pratica

Ora, come ricorda Simona Muzzi, è il momento propizio per passare dalla teoria alla pratica, per rinnovare casa cavalcando l'onda dei bonus fiscali senza lasciarsi sfuggire questa grande opportunità!

Need help with your home project?
Get in touch!

Discover home inspiration!