Lavabi: le forme dell'innovazione

Request quote

Invalid number. Please check the country code, prefix and phone number
By clicking 'Send' I confirm I have read the Privacy Policy & agree that my foregoing information will be processed to answer my request.
Note: You can revoke your consent by emailing privacy@homify.com with effect for the future.

Lavabi: le forme dell'innovazione

Alberti Laura Anna Maria Alberti Laura Anna Maria
modern  by Ceramica Flaminia, Modern
Loading admin actions …

Scultorei. Sorprendenti. Talvolta preziosi, talvolta futuristi. Capaci di regalare un tuffo nel passato, quando la ceramica bianca dipinge forme barocche, quando rubinetti dorati si elevano sottili. Oppure moderni, tanto da sorprendere. Oggi come mai, i lavabi sono pure, straordinarie, espressioni di design. Fusioni di tecnologia, di innovazione, di funzionalità. Sono loro, i nuovi protagonisti della sala da bagno

Ecco quindi che sempre più designer si cimentano nella progettazione dei lavabi. Li dipingono, li plasmano, li trasformano in sorprendenti sculture, attingendo a un repertorio di materiali innovativi e di forme inusuali. I lavabi si allontano dal bianco, e danno vita a coloratissimi bagni. Abbandonano la ceramica, e abbracciano il legno, il marmo, la pietra. Oppure osano, e sposano l'innovazione. Nascono così i lavabi in Corian, materiale igienico e rigenerabile che fonde insieme materiali naturali e resina acrilica. E i lavabi in Duralight, composto acrilico che resiste a urti e abrasioni. Perché bellezza, molto spesso, fa rima con funzionalità. Ci sono riscoperte, come l'acciaio, il cristallo o la pietra naturale, e ci sono scoperte. Ci sono lavabi in Ceramilux, sorprendentemente lucidi, e lavabi in K-PLAN, unione di resine e di materiali che derivano dall'alluminio. Infinite possibilità di scelta, per un bagno che incontri le nostre esigenze, e risolva i nostri problemi.

E poi ci sono le forme, quelle di lavabi che, da quadrati o tondeggianti, si riempiono di angoli, di curve, di citazioni. I piani d'appoggio si allungano, fino ad ospitare accessori e porta-asciugamani. Oppure scompaiono, per lasciar posto a vasche profonde e solitarie. I lavabi moderni si sollevano da terra, e fluttuano nell'aria. Oppure, dolcemente posati sul pavimento, si elevano verso il cielo, con i loro cilindri infiniti

Quando il lavabo è una scultura

Come l'ala di una bianchissima colomba. O come il disegno di un'emozione. Wing, di Ludovico Lombardi per Falper, è il principe dei lavabi di design. Un lavabo a parete, dalla vasca profonda e il piano d'appoggio allungato. Un lavabo che da quella parete pare nascere, con le sue linee visionarie e un bianco che illumina. A dargli forma è il CRISTALPLANT biobased, primo solid surface ecosostenibile nato dall'unione tra resine vegetali e minerali inerti naturali. Wing è un lavabo, ed è una scultura. Morbida, seducente, esagerata. 

Il lavabo nascosto

Talvolta il lavabo può trasformarsi in uno scrigno segreto. Abbassi il coperchio, lo specchio scompare, ed ecco nascere un'elegante scatola in legno. É il caso di Hidden, di Giulio Gianturco per Makro. Ispirato al mondo nautico, e ai bauli di una volta, è insieme un lavabo e un mobile trucco, con tanto di lente ingrandente. É compatto, Hidden. Ma contiene tutto. La vasca in Corian, il rubinetto in acciaio inox, il cassetto porta-oggetti, l'illuminazione, la presa elettrica. Il tutto, raccolto in una scatola di legno Helmok termo trattato, da forestazione controllata. Un'innovazione nel mondo dei lavabi.

Comporre il lavabo

Si chiama Tetris, come il celebre gioco, il lavabo di casa Marmi Serafini. E, proprio come un gioco, lo puoi comporre e scomporre secondo il tuo gusto e le tue esigenze. Moduli dalle forme e i materiali diversi si abbracciano lievi. Piani in marmo, vani a giorno e contenitori in legno danno vita a un mix&match d'effetto. Il risultato è un lavabo unico, e personale. Un lavabo che può essere classico o moderno, giovanile e colorato, oppure neutro e mono-materico. Cassetti in legno rivestiti in marmo sono il dettaglio che non ti aspetti. 

La geometria del lavabo

Per chi ha poco spazio, e ama i lavabi geometrici, Diamond è la scelta perfetta. Un lavabo prezioso, come il nome suggerisce. Essenziale, pulito. Un perfetto incastro di forme, di spigoli e di facce. L'acqua scompare in una fessura, i volumi si compongono e si scompongono. Il risultato è un lavabo perfetto, parte dell'ampia collezione bagno che Un-Real ha progettato per clienti esigenti, e consapevoli che il vero lusso sta nella qualità.

Lavabi freestanding, eleganza pura

Scenografici e scultorei: sono i lavabi freestanding. Perfetti per le sale da bagno più ampie, arredano lo spazio con il loro straordinario design. Questo, di Vegni Design per Karol, si distingue per la sua forma, snella e cilindrica, e per l'originale lavorazione a losanghe. Architettura e moda si fondono, e le varianti sono infinite. Solid Surface in finitura opaca, laccato lucido e opaco, Marmotech (nelle varianti Travertino bianco e Florence grey) ed Essenze, nelle versioni rovere sbiancato, rovere cenere e rovere wengé. Per lavabi che arredano, con stile ed eleganza. 

Lavabi gemelli

Piccoli, raccolti: i lavabi Nabhi di Kreoo fanno della matericità il loro punto di forza. Sono oltre 350 le possibili combinazioni tra finiture, colori, modelli di lavabo e tipologie di sostegno. Il marmo si unisce al legno, per uno stile senza tempo. C'è il Bianco Calacatta, e il Sodalite Blu. Ci sono i lavabi rotondi, e quelli quadrati. Perfetti nella propria, personale, sala da bagno, come in progetti contract. Li si appoggia a un piano, li si sospende alla parete. Oppure li si posa lievi, come in questo caso. Due lavabi gemelli, su di un tavolo dal sapore industriale. 

Dal legno, un lavabo

La scelta perfetta per gli amanti del legno. Un lavabo che pare un petalo, pronto a sbocciare sotto il flusso dell'acqua. Una sinuosa geometria di larice e di teak; due essenze preziose, l'una nella parte superiore, l'altra subito sotto. Un abbinamento da scegliere a piacere per un lavabo sempre unico, fatto di vivacità cromatica e di venature che si rincorrono senza prendersi mai. Il lavabo Thalia è un progetto di Tafaruci Design. 

Contrasti materici

Da una giovane designer, un lavabo freestanding d'animo filosofico. Alessandra Scarfò dà vita a Pantarei. Il corpo, in ceramica, è privo di angoli e di spigoli. La vasca, semisferica, poggia sospesa su di una struttura curvilinea. In riuscito contrasto, il rubinetto a croce in metallo. La fonte d'ispirazione è la filosofia del panta rei, del fluire delle cose. L'acqua fuoriesce a cascata attraverso il bacino centrale, fino a raggiungere la base a conca. Il risultato è un lavabo fatto di contrasti e di dettagli sartoriali, capace di riempire il bagno di fascino e di personalità.

Lavabi in poesia

Poetico, romantico. É un lavabo, ma pare una pergamena che si avvolge su di sé, per nascondere messaggi, e custodirli con cura. Come un foglio di carta, i due lembi in ceramica si uniscono asimmetrici. L'acqua sembra sfuggire al loro controllo, ma è pura illusione. Disegnato dallo studio giapponese Nendo per Ceramica Flaminia, Monoroll, qui nella sua versione freestanding, è un'icona nel mondo dei lavabi moderni.

La geometria di un lavabo

modern  by unikat:lab, Modern

Un lungo piano bianco colora la parete in pietra grigia. É una sfida alla gravità, e alla geometria. I suoi angoli, i suoi spigoli e i suoi tagli si susseguono vivaci; li accende una striscia giallo fluo. Tinta inaspettata, pare dipinta da un pittore del futuro. Accoglie l'acqua, la accompagna verso la fine fessura dietro cui scompare. Per un lavabo che è insieme arte e design. Un design che, da solo, arreda una sala da bagno. Senza bisogno d'altro. 

 Houses by Casas inHAUS, Modern

Need help with your home project?
Get in touch!

Discover home inspiration!